M°Edoardo Antolini




Il M°Edoardo Antolini inizia la pratica del Kung Fu tradizionale scuola Maestro Chang Dsu Yao nel 1990 e prosegue il suo studio per 21 anni consecutivi sino al 2011.
In questi anni ha studiato diversi stili tradizionali di kung fu:
  • Shaolin Chuan - 少林拳
  • Meihuaquan - 梅花拳
  • Hung Chuan - 红拳
  • Ti Kung Chuan - 地躺拳
  • Pa Chi Chuan - 八極拳
  • Kung Li Chuan - 功力拳
  • Tai Chi Chuan - 太极拳
  • Baguazhang - 八卦掌

oltre a questi stili classici della Cina del Nord ha approfondito lo studio dei combattimenti prestabiliti (搏擊o搏击- bójí), del combattimento libero (Tzu Yu Po Chi) e delle armi tradizionali del kung fu (Ping Chi) e dei relativi combattimenti prestabiliti.

Proprio in questa ultima specialità, i combattimenti prestabiliti con armi, il Maestro Edoardo Antolini nel 2006 davanti alle televisioni cinesi e alla delegazione che rappresentava la Shaolin Temple Culture and Communication e della Shaolin Temple Industrial Development giunti in Italia per la selezione dei migliori atleti europei per un progetto cinematografico si è esibito, in quella che è stata accreditata come la migliore performance della serata ovvero un combattimento fra Lancia e Sciabola che ha entusiasmato tutti i presenti, raccolto il gradimento della commissione tecnica cinese e di tutto il pubblico presente al campionato mondiale di Kung Fu.

Oltre alla pratica del Kung Fu tradizionale il Maestro Edoardo Antolini eccelle anche nel Sanda (la Kickboxing cinese a contatto pieno) con una serie di incontri dove conquista sempre il primo posto a volte anche prima delle due riprese e nel 1994 a soli 15 anni è uno dei pochi allievi selezionati dal suo maestro a partecipare al Golden Dragon Cup di Rimini (il più grande evento europeo di sport da combattimento degli anni ‘90) dove conquista il secondo posto della sua categoria.
Prosegue poi la sua carriera di fighter fino al 2000 conquistando sempre primi posti e riportando solo due secondi posti, contando quello del 1994 nei tornei nazionali, internazionali e mondiali disputati.

Nel 2002 inizia il suo percorso di formazione come Maestro, un percorso formativo durato 9 anni durante i quali ha approfondito gli aspetti tecnici e culturali delle arti marziali cinesi e 
ha sviluppato un'ottima capacità di insegnamento.

A migliorare la qualità delle sue competenze e conoscenze tecniche e culturali sul kung fu tradizionale cinese hanno contribuito e contribuiscono tutt'oggi le attività di studio, ricerca e confronto con i massimi esponenti del Kung Fu tradizionale in Italia.

Conclusa la carriera agonistica il Maestro Edoardo Antolini si è dedicato per anni allo studio dei programmi di arbitraggio ed è stato giudice di gara dal 2002 al 2010 nelle competizioni di kung fu tradizionale,wushu moderno, sanda e tai chi chuan in campionati nazionali, internazionali e mondiali.

Dal 2005 ha partecipato attivamente anche all'organizzazione di tornei italiani e mondiali e dove anche in qualità di coach e maestro ha riportato sempre grandi risultati con gli allievi da lui preparati.

Il M°Edoardo Antolini nel 2013 fonda la Tianlong Kung Fu Association, scuola di Kung Fu tradizionale di cui è caposcuola e maestro, per proseguire la tradizione marziale e continuare a percorrere un cammino iniziato migliaia di anni fa.

L'11 luglio 2017 ottiene il Diploma Nazionale di Maestro di Kung Fu dall'ente di promozione sportiva CSEN (Centro Sportivo Educativo Nazionale - ente di promozione sportiva riconosciuto dal C.O.N.I. (Comitato Olimpico Nazionale Italiano), titolo ufficiale che abilita all’insegnamento della disciplina.

L'11 Novembre 2017 dopo la solenne cerimonia dei Baishi 拜師 presenziata dai maestri Luca Bizzi ed Enrico Storti, entrambi rappresentanti ufficiali della diciassettesima generazione di Baijiazhi Meihuaquan 白家支梅花拳 il Maestro Edoardo Antolini entra nel lignaggio familiare (albero generazionale) del Baijiazhi Meihuaquan 白家支梅花拳 come rappresentante ufficiale di diciottesima generazione.
Questo riconoscimento è un titolo di altissimo valore che sancisce l’ingresso nel lignaggio familiare ovvero nella discendenza diretta che dal maestro Bai Jindou白金斗 ad oggi ha accompagnato maestri del calibro di: Chang Dsu Yao 张祖堯, Lu Jianmin 陆建民, Wu Tipang 吳體胖 e Wang Shouyi 王守义.
Ad oggi in Italia abbiamo solo due rappresentanti ufficiali di diciottesima generazione di Baijiazhi Meihuaquan 白家支梅花拳 che sono il Maestro Edoardo Antolini che insegna a Perugia e il Maestro Mounes Santini che insegna a Parma.
Il Maestro Edoardo Antolini esegue una tecnica di Guan Dao
o sciabola di Guan, una delle armi tipiche del kung fu tradizionale cinese